Martedi, 30 maggio 2017 - ORE:09:15

Monopolio Apple: Una moda o vera innovazione?


Ormai è un dato di fatto: Oltre il 70% delle persone in Italia o possiede un prodoto Apple o aspira a comprare un prodotto targato Cupertino. Sono stati fatti sicuramente dei passi da gigante per quanto riguarda lo style minimal dei prodotti ideati da Steve Jobs. Semplicità e immediatezza sono le caratteristiche che subito vengono fuori quando si utilizzano o un iphone, o un macbook o un ipad. Un monopolio tecnologico che risale ai primi anni del 2000 con l’avvento del primo ipod, che causò un vero e proprio boom economico. Ormai non si poteva più parlare di semplici lettori mp3, ormai se avessi voluto ascoltare la musica sentendoti in possesso di un prodotto esclusivo, o ti compravi un ipod nano o sennò tanto valeva non comprare altro. Credo proprio che questa tendenza a riassumere il mondo Apple come qualcosa di esclusivo sia stato il primo motivo per cui ha avuto successo nel mercato mondiale. Qualcosa dalle linee mai banali o obsolete, qualcosa che sicuramente fa dell’aspetto estetico il punto in più della nuova tecnologia della mela morsa.

Ma il monopolio Apple risulta realmente così innovativo oppure è più una tendenza legata alla moda del momento?

Nonostante molte persone utilizzino prodotti Apple, ci sono ancora tanti scettici che muovono delle giuste critiche di fondo; vediamo insieme ciascun punto:
Il primo punto su cui gli utenti più svegli pongono l’attenzione è il problema relativo “all’ambiente chiuso”. Infatti molti si chiedono come mai si debba dipendere costanteente da Itunes per sfruttare a pieno le caratteristiche del dispositivo. Se si è in possesso di un’iphone, o siamo consapevoli che dovremo spendere soldi sull’Apple Store, o sennò tanto vale acquistare un altro telefono. Il secondo motivo della critica è la scarsa compatibilità con i cavi in dotazione. Infatti le spine di ingresso dei prodotti Apple sono differenti da tutti quei prodotti che fanno dei loro punti di forza la compatibilità.

Invece, cosa vogliono proporti i tecnici Apple? Un prodotto unico su tutti i piani di opinione. Vale a dire un prodotto che se lo vuoi lo devi comprare, inutile stare a cercare qualcosa che gli possa assomigliare. Questo non sarebbe mai potente ed efficace come un prodotto Apple. Questo risulta essere un meccanismo psicologico che applica anche Facebook: ossia se non hai un prodotto Apple rimani fuori da quella cerchia di persone che usano quel prodotto.

La terza ragione per cui molti criticano Apple sta nel fatto che una stragrande maggioranza delle app messe in vendita sull’Apple Store sono praticamente inutili. Si vedono applicazioni di ogni genere, peccato che le uniche applicazioni veramente utili per affettuare operazioni legate a business o altro siano in netta minoranza. C’è chi addirittura dice che la Apple vuole far giustamente circolare app di questo tipo perchè in fondo le applicazioni inutili ma divertenti sono quelle che maggiormente alimentano l’interesse nel mercato delle app.

Detto questo, bisogna però spezzare una lancia a favore dei computer targati Apple. Non esistono prodotti più affidabili di un macbook, o di un’imac, o di un mac pro, se si vogliono utilizzare software per sviluppo grafica o video editing. È onestamente considerata la base più stabile per fare tutte quelle operazione che hanno a che vedere con la composizione di musica e webdesign. Il limite? I prezzi alti. Percui se volete comprare un macbook per leggere la posta elettronica o navigare su internet, lasciate stare le mode mondane e prendetevi qualcosa di meno caro.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 48 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.