Sabato, 23 settembre 2017 - ORE:18:29

Motore di ricerca Google: Che cosa ha cercato il mondo nel 2013

Motore di ricerca Google

Motore di ricerca Google

Il fattore delle ricerche effettuate sul motore di ricerca Google appartiene ormai a un dominio di interesse globale. Alle soglie del 2014 Google Inc. infatti è l’azienda numero 1 nel mondo del web e delle comunicazioni.

Un po’ di storia a partire dalle origini

Il motore di ricerca più famoso del mondo ha emesso il suo primo vagito nel garage di due studenti dell’Università di Standford,  Larry Page e Sergey Brin. Si dice che due giovani studenti abbiano sceltoil nome  “Google” perchè questo era il nome del figlio di un matematico che studiava il “gogool” cioè un numero infinitamente grande: il 10 alla decima. Un motore di ricerca che dia accesso ad infiniti siti non poteva chiamars in modo più azzeccato.

Come è nato il motore di ricerca Google

L’idea – La  “missione impossibile” di Larry Page e Sergey Brin era trovare un modo per riuscire a catalogare tutte le informazioni presenti in nternet e renderle rapidamente e facilmente disponibili e fruibili a tutti quanti gli utenti connessi a internet. E ovviamente cercando di trovare una maniera per farlo meglio di quanto già facessero Yahoo, Altavista, Infoseek e altri motori.

La trovata innovativa – I due studenti avevano bisogno quindi di un metodo basato sull’analisi matematica delle relazioni tra i siti web. Da qui ecco  l’invenzione del pagerank che permetteva di classificare e determinare l’importanza di una pagina web: vale a dire un mix di diversi fattori quali l’anzianità del sito, la qualità dei contenuti, il numero di backlinks presenti in una data pagina web. Tutto questo permise in breve tempo a Google di affermarsi nel campo del web a partire dalla fine degli anni ’90.

Quanto vale Google?

Google alle soglie del 2014 possiede un tesoretto con un valore societario oltre i 100 miliardi di dollari , e con con un 15% di crescita in più rispetto all’inizio dell’anno 2013. Soltanto altre cinque società, tra cui Samsung, Facebook, Amazon e Honda sono riuscite ad ottenere un tasso di crescita simile. Da notare che la Apple non rientra in questa cerchia ristretta.

Ma…quindi Apple non è la reginetta imbattuta delle super  società mondiali?

Eh no, la Apple avrà vinto tante battaglie, ma la guerra tra società mondiali è un’altra storia e Google ha in realtà superato Apple per capitalizzazione già da mesi orsono. Se si tolgono i 145 miliardi di dollari della liquidità netta che Apple aveva a marzo 2013 e i 45 miliardi di dollari di cash Google, ne consegue un valore enterprise pari a 233 miliardi per Cupertino e di 241 miliardi per il gruppo di Mountain View. Ciò riflette il valore azionario delle attuali operazioni reali delle due aziende. Tendenzialmente infatti la maggioranza della gente è portata a pensare che la Apple sia tra le più ricche di sempre. Invece nel corso di questo 2013 si è registrato, per la vendita degli iphone, il loro gadget di punta,  un utile netto in calo (si fa per dire) di 7,51 miliardi di dollari rispetto agli 8,22 miliardi dell’anno precedente.

Google in borsa

Google è il secondo titolo dell’importante indice S&P 500 (una storica società d’azioni che esiste dal 1957)  a superare la soglia dei mille dollari ad azione: un valore impressionante e un traguardo che consacra l’azienda della Silicon Valley come la più grande ed influente sul pianeta.

 Cosa è stato più cercato su Google in questo 2013?

google-ricerca-1

 

google-ricerca-2

google-ricerca-3



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 29 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.