Lunedi, 25 settembre 2017 - ORE:17:08

Google Doodle, la versione di San Valentino


Doodle

Ormai è consuetudine da parte di Google, motore di ricerca più famoso e più utilizzato sul globo, fare uso dei cosìdetti Doodle durante le feste e le ricorrenze dei grandi personaggi della storia. Ma cerchiamo di analizzare in dettaglio la questione.

Cosa sono i Doodle?

Per chi non lo sapesse i Doodle sono delle versioni del logo di Google modificate, molto spesso utilizzando le nuove funzioni di HTML5, il futuro dei linguaggi di programmazione sul web. I temi principali ripercorsi dai Doodle sono le feste ricorrenti, oppure figure di persone che sono passate alle storia per invenzioni, libri, cinema, teatro ecc ecc.

Perchè usare proprio l’HTML5?

I vantaggi dell’utilizzo dell’HTML5 sono notevoli da ogni punto di vista. Prima di tutto perchè si tratta di un linguaggio compatibile con qualsiasi dispositivo di ultima generazione (dall’iphone all’ipad a qualsiasi genere di tablet o sistema android). Secondo perchè sono state introdotte ulteriori funzioni derivate dal linguaggio HTML4 sviluppato nel 1994 che conferiscono al momento una dinamicità senza confronti. Il terzo motivo di questa scelta è la velocità di caricamento; ecco le principali ragioni per cui piano piano stiamo abbandonando il Flah, ritenuto troppo lento ed obsoleto dai nuovi sistemi. Le statistiche indicano inoltre che attualmente il 32% dei siti più influenti ed importanti al mondo utilizza HTML5.

Il Doogle del giorno: San Valentino

Il Doodle che oggi voglio presentarvi  come tributo a San Valentino (oltre i biscotti), la festa degli innamorati, è molto carino perchè come una roulette russa vengono sorteggiati ed accoppiati in amore animali dalle caratteristiche totalmente differenti. E l’esito degli accoppiamenti rimanda a delle vignette molto simpatiche. La morale della favola sarebbe: “in amore ci si adatta a tutto”.

Ecco gli strani accoppiamenti

scoiattolo-camaleonte

rana-uccello

coniglio-tartaruga

coniglio-delfino

volpe-tv

polipo-orso

scimmia-elefante

 

George-FerrisIl tributo a George Ferris, inventore della ruota panoramica

Oggi quindi non trattiamo solo la ricorrenza del San Valentino, bensì anche la storia di George Ferris, uno storico ingegnere statunitense, la cui ruota panoramica costruita nel 1894 a Chicago risulta essere la prima ruota panoramica costruita al mondo: Aveva 36 cabine e in ognuna di esse c’erano 40 sedie girevoli. Ogni cabina poteva contenere al massimo 6 persone e la capacità complessiva era stata stimata in 2.160 posti.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 30 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.