Giovedi, 25 maggio 2017 - ORE:10:33

Open Source, il 2012 potrebbe essere l’anno della consacrazione


Molti dicono sia sinonimo di software scadenti, per molti altri uno stile di vita: si tratta dell’Open Source, ovvero del software libero, il materiale informatico rilasciato con licenza GPL (General Public License), creata nel 1989 da Richard Stallman ed Eben Moglen.

Il fenomeno Linux. Famoso perlopiù tra geek e nerd, è possibile citare Linux come il più importante software Open Source mai creato. Il sistema operativo, creato nel 1991 dall’allora studente Linus Torvalds, è un sistema operativo open source e free che al giorno d’oggi è sempre più impiegato sia ad uso personale che nelle aziende.

Il risparmio grazie a software Open Source. Già recentemente, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, ha avviato la conversione dei sistemi informatici degli uffici da software commerciale a software Open Source. Il risparmio stimato è di circa 1 milione di euro all’anno. Negli ultimi anni, però, sono vari i governi che hanno adottato software Open Source nei propri uffici. Il Brasile, già dal 2005, impone l’uso di software libero negli uffici della pubblica amministrazione.

Tempi di crisi, tempi di risparmio. Risparmiare cominciando dal software, in modo semplice e rapido. Perchè no? Spesso le aziende temono per l’assistenza. Certamente un software commerciale può garantire un’assistenza maggiore di un prodotto libero. C’è da dire, però, che sono pochi i casi in cui si necessita di vera assistenza. Linux, ad esempio, è un sistema operativo davvero user friendly. I software, semplici da usare, sono spesso preferiti alle controparti commerciali. Basti pensare ad OpenOffice, suite di ufficio che rivaleggia con il più famoso Microsoft Office. Dunque, un’idea ancora migliore, sarebbe di insegnare il software libero a partire dalle scuole. Oltre ai risparmi che ne deriverebbero, gli studenti alle prime prese col PC potranno imparare ad utilizzare, in modo completamente gratuito, i principali software che saranno poi utilizzati in un qualunque ambito lavorativo.

C’è da sottolineare, inoltre, che negli ultimi 2 anni Linux è diventato un sistema operativo estremamente semplice da utilizzare ed installare. Il lavoro fatto dai creatori delle varie distribuzione, tra le quali citiamo Ubuntu, Debian, Mint, Fedora ed altri, hanno contribuito non poco alla promozione del software libero.

Sistemi operativi Open Source come Android, invece, che è presente su tablet e smartphone, ha permesso un calo dei prezzi davvero esaltante sui dispositivi mobili, oltre a una qualità paragonabile a quella delle software house più prestigiose, come Apple e Microsoft.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 51 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.