Martedi, 30 maggio 2017 - ORE:09:17

Intervista a Fraffrog, progettista grafico, creativa video-maker e youtuber

fraffrog

intervista a fraffrog

Com’è nata l’idea dell’intervista a Fraffrog

Francesca l’abbiamo scoperta navigando su Youtube (ormai trampolino di lancio dei più giovani, come ad esempio Leonardo Decarli che abbiamo intervistato qui) e i suoi video ci hanno entusiasmato. L’abbiamo contattata via mail per una piccola intervista. Di lei abbiamo scoperto un sacco  di cose, la sua formazione è quasi del tutto da autodidatta, sa usare Photoshop in maniera divina ed è anche molto, molto simpatica.

La cosa migliore è cominciare con un suo video, che potete anche trovare sul suo canale YouTube:

Iniziamo, domande soft

SN24: Fraffrog, perché ti chiami così? Raccontaci la storia del tuo nome.

FF: “Fraffrog” risale a quando frequentavo ancora le elementari, è semplicemente una parola inventata con la quale mi piaceva chiamarmi. Nel tempo è stata adottata da parenti ed amici, tanto che ho ritrovato vecchi biglietti di auguri con scritto “Per Fraffrog” e ormai per me è normale essere chiamata Rana, Frog o quant’altro. Talvolta lo fa anche mia madre.

SN24: Parlaci un po’ di te, quanti anni hai, cosa hai studiato e quali sono le tue passioni.

FF: Mi credereste se vi dicessi che ho sedici anni? E’ davvero molto importante che lo facciate, perché il mio progetto è di restare giovane per sempre; se già a venti anni sareste disposti a darmene sedici, vuol dire che sono partita bene. In ogni caso ho studiato Agraria con una spolverata di Grafica, e in generale approfondisco da sola tutto ciò che mi piace: musica, disegno, scrittura.

SN24: Definisciti in tre aggettivi

FF: Pigra, eclettica, pratica.

SN24: Raccontaci i tuoi video in tre aggettivi

FF: Boh, non, saprei. (ah, non sono aggettivi?)

guida

SN24: Quando hai maturato l’idea di aprire un canale su Youtube quali erano le tue reali aspettative?

FF: Ai tempi avevo appena conosciuto gli speed-drawing. Ho iniziato a caricare video per appagare il mio bisogno di sentirmi figa come gli “americani”, quelli che realizzavano vere opere d’arte in cinque minuti. Ah, povera ingenua, credevo che fosse semplice.

SN24: Nei tuoi video crei dei disegni bellissimi, ma, sinceramente, preferisci la matita o la tavoletta grafica?

FF: La carta ha quel fascino che la tavoletta non riuscirà mai ad eguagliare. Purtroppo il digitale è diventata un’esigenza di molti, dato che permette di accorciare molto le tempistiche.

paura

SN24: ”La Paura”: raccontaci, come è nata l’idea?

FF: Ho sempre guardato con occhi sognanti i lavori realizzati in Kinetic Typography, erano anni che volevo provare a realizzare qualcosa del genere. Quando mi è venuto in mente di raccontare “la Paura” come se fosse una persona, e non un sentimento, ho deciso che sarebbe stata l’occasione perfetta.

SN24: Nei video sei super spontanea e oltre ad insegnare davvero bene le tecniche di Photoshop strappi sempre un sorriso. Ma le classiche “pippe” mentali qualche volta te le fai anche tu?

FF: In realtà sono spontanea solo nei video, o meglio: sono così abituata a far video che mi trovo totalmente a mio agio con una videocamera davanti, anche se spesso non è lo stesso nella vita di tutti i giorni. In ogni caso sono una creatura che vive principalmente di pippe mentali, ma da questa domanda deduco di essere in grado di mascherarlo molto bene.

SN24: Il tuo video preferito

FF: Men with Mustaches è in assoluto il mio video preferito.
Dietro ogni video c’è una piccola storia, un sentimento, un particolare periodo della mia vita che mi torna alla mente ogni volta che lo guardo. La storia di “Men with Mustaches” è sicuramente una delle più divertenti: ero agli studi di Google London per uno stage assieme Francesco Sanseverino e i Licaoni (potete trovarli sempre su Youtube: qui e qui) e lo staff di Google ci aveva incaricato di realizzare un cortometraggio ciascuno entro la settimana.
Gli altri avevano già portato avanti i loro progetti mentre io non avevo né l’attrezzatura di cui avevo bisogno né una minima idea di cosa fare: mezz’ora prima di dover girare (avevamo la sala per le riprese assegnata a determinati orari) ho scritto tutto di getto e trascinato gli altri con me per aiutarmi. Finita la settimana i video sono stati proiettati in una sala piena di persone, e potete ben immaginare senza animazioni ed effetti speciali cosa fosse il mio: delle persone che si scambiano occhiate e fanno versi strani, senza scopo.
Mi sono vergognata da morire. Una volta a casa ho avuto modo di finire il video e di caricarlo online. Ciò che mi è stato detto poi è stato “Guarda, il tuo video alla fine è venuto davvero bene, spettacolare! Ti dirò, vedendo come l’hai girato, non ti ci avrei scommesso un centesimo”.

SN24: Il tuo video non preferito

FF: E’ una bella domanda. Ci sono molti dei miei video che odio rivedere, quelli vecchi, montati male, dove parlo con inflessioni dialettali e quant’altro, ma li ritengo comunque parte della mia crescita.

fraffrog2

Le sue passioni, i suoi progetti

SN24: Ti piacciono i fumetti? E i giochi di ruolo? Se sì elencacene tre di ognuno!

FF: Mi piacciono moltissimo entrambi, anche se non conosco nessuno di questi due mondi abbastanza bene da poter dare dei buoni consigli a riguardo. Comunque mi piacciono moltissimo Lupus in Tabula e Zerocalcare.

lavori

SN24: Disegno: hai una fonte di ispirazione? Un grafico o un disegnatore preferito?

FF: Ho tantissimi disegnatori che adoro ma nessuno che stia sopra gli altri, semplicemente attingo un po’ di ispirazione da ognuno di loro per creare qualcosa di mio. Stesso vale per grafici, videomaker ecc. Inoltre ogni giorno scopro qualcuno di nuovo, mi piace molto curiosare in giro per il web.

SN24: Sei davvero molto molto creativa e hai una mano favolosa, hai fatto dei corsi o è tutta farina del tuo sacco?

FF: Beh, che dire, vi ringrazio per i complimenti mentre mi rannicchio per nascondere l’imbarazzo. Per il resto non ho fatto nessun corso inerente ai video o al disegno, ho provveduto a macinare moltissimo grano per conto mio e mettere da parte un po’ di farina per i periodi di carestia, che non si sa mai.

SN24: Quanto tempo impieghi per creare la storyboard e il montaggio video? Quale tra le due operazioni preferisci?

FF: Normalmente non realizzo storyboard a meno che non mi venga chiesto, è una cosa incredibilmente lunga e se non devo spiegare nulla a nessuno preferisco tenere tutte le informazioni di cui ho bisogno nella mia testa. Proprio per questo lo preferisco al montaggio, anche se mi piacciono molto entrambi.

E ora le domande più tecniche

fraf

SN24: Tavolette grafiche: quale usi e quale vorresti trovare sotto l’albero di natale

FF: Al momento uso una Cintiq13HD e non sento il bisogno di averne un’altra. Certo, sempre nella categoria “Cintiq” ci sono dei bestioni che arrivano a costare oltre tre volte la mia, quelli vorrebbero averli chiunque: ma tutto sommato mi trovo bene anche nei miei piccoli, pratici 13 pollici.

SN24: Che programmi usi per la grafica? E per il montaggio video?

FF: Dipende molto da cosa devo fare e per chi, ma tendenzialmente per realizzare i miei video lavoro con Photoshop (disegno), Premiere Pro (montaggio) e After Effects (effetti grafici e animazione).

SN24: Che tipi di computer usi? Sei più Apple, Linux o Windows?

FF: Sono targata Apple perché non mi va di preoccuparmi di virus, prestazioni, pulizia, componenti interni o altro. Voglio semplicemente un computer che mi permetta di stare in pace e non preoccuparmi di nulla, anche se devo pagarli un po’ di più: è un investimento sulla salute.

SN24: Lavori già? Hai sogni nel cassetto o progetti particolari?

FF: Non ho un lavoro fisso ma non è la mia priorità. Sembrerà un’affermazione folle, ma vorrei sfruttare questo periodo della mia vita per investire sull’istruzione e su ciò che mi piace fare. Attualmente sto facendo dei lavori ma niente di troppo impegnativo a livello di tempistiche, solo per potermi permettere quell’indipendenza economica che mi permetta di non far pesare le mie scelte sui miei genitori.

SN24: Ci lasci un indizio per il tuo prossimo video?

FF: In realtà non ne ho la minima idea, ne ho già scritti almeno dieci e non so in quale ordine realizzarli, al massimo posso darvi indizi sparsi e confusi: nella mia nuova casa cercherò di convincervi a diventare zombie perché su YouTube i commenti mettono ansia, ma mai quanto gli occhiali parlanti che tentano di fuggire dalla vetrina del negozio. Credo di essere stata abbastanza chiara.

Chiudiamo l’intervista con un suo video davvero carino:



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 8 minutes, 11 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.