Lunedi, 25 settembre 2017 - ORE:17:18

Il giornalista videoludico #4

giornalista videoludico

giornalista videoludico

Paolo Loreto intervista Giorgio Cappello di Paglia

Paolo: Ciao Giorgio, anche se sei un noto YouTuber italiano, vuoi introdurti a quelle persone che ancora non ti conoscono?
 
Giorgio: Certamente Paolo. Mi chiamo Giorgio cappello di paglia lavoro come commerciante nel settore videoludico, abito in provincia di Verona ed il mio hobby è guardare tutto quello che il panorama di YouTube e di Facebook ha da offrire in termini di informazioni a me utili o divertenti.
 
gPaolo: Cosa ti ha spinto a filmarti per la prima volta ed a caricare il tuo video su YouTube?
 
Giorgio: Il mio datore di lavoro dell’epoca mi chiese di prestarmi come comparsa in un video divertente che andava a pubblicizzare una loro nuova attività, poi ho scoperto la community di YouTube grazie ad un amico che faceva questa “strana” attività di youtuber e ho iniziato ad interessarmi di video-making.
 
Paolo: Da cosa deriva il tuo nome?
 
Giorgio: Il mio nome deriva dal famosissimo anime One Piece, dal fatto che abito in campagna ed in più dal significato del nome Giorgio significa contadino.
 
Paolo: Preferisci di più parlare del mondo videoludico o videogiocare?
 
Giorgio: Preferisco esprimermi sul mondo videoludico dal momento che videogiocare seriamente è inutile in un epoca di saturazione concettuale che non ha nulla di innovativo da offrirmi.
 
Paolo: Il tuo videogioco preferito?
 
Giorgio: La saga di Metal Gear Solid.
 
Paolo: Pensi allo Youtuber come un lavoro futuro o come una passione destinata a morire con l’avanzare dell’età e delle responsabilità?
 
Giorgio: Ho già un lavoro ma dedico più tempo a YouTube e ai miei social quindi è un secondo lavoro a tutti gli effetti che mi porta via praticamente tutto il tempo della giornata in cui sono sveglio, YouTube è solo l’inizio di un percorso personale e spero di riuscire ad esprimermi anche in altri maniere in modo da trovare sempre lo stimolo per continuare.
 
Paolo: Quanto tempo dedichi al tuo canale in un giorno?
 
Giorgio: Su ventiquattro ore giornaliere dal momento che cinque le dormo, sei le lavoro e una la dedico ad attività necessarie, come recarmi a lavoro, direi un buon dodici ore giornaliere circa.
 
Paolo: Qual è il prossimo obbiettivo per la tua “carriera”, resterai su YouTube o cambierai piattaforma?
 
Giorgio: Dal momento che YouTube sarà il futuro dell’intrattenimento non avrebbe senso spostarsi dalla piattaforma “finale”. Quindi credo di rimanere su questa piattaforma e di migliorare giorno dopo giorno la qualità dei miei video.
 
dPaolo: Chi ti sta attorno come vive questa tua popolarità? Mi riferisco alla tua famiglia.
 
Giorgio: Sono spaesati e increduli di come il web riesca a connettere tutte queste persone fisicamente lontane fra loro.
 
Paolo: Cosa ne pensi della community italiana e di YouTube come possibilità di guadagno?
 
Giorgio: Con YouTube non si guadagna né per vivere né per continuare ad investire nella propria attrezzatura di produzione video, ad oggi chi guadagna qualcosa lo fa con attività extra, tipo la pubblicazione di libri o la partecipazione ad eventi.
 
Paolo: Al tuo canale ci sono iscritte quasi centocinquantamila persone, che rapporto hai con loro?
 
Giorgio: Cerco di rispondere a tutti anche se è davvero difficile sia per numero e sia per la ciclica ripetizione di concetti o domande, ma ovviamente essendo persone diverse che mi seguono non hanno colpa se qualcuno prima di loro mi ha chiesto che programma uso per montare i video o altro, rispondo e basta, e spesso vengo incluso nella cerchia di quei pochi Youtuber a rispondere ai propri iscritti e questo è fonte di immensa soddisfazione ed orgoglio per me.
 

Le vostre domande:
Scrivi una domanda nella sezione commenti sottostante e nell’articolo dell’ 8 Novembre 2014 troverai una risposta secondo il modesto parere di un semplice giornalista videoludico.

Ad maiora!



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 57 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.