Lunedi, 24 luglio 2017 - ORE:10:52

Quando la televisione deve fare i conti con lo streaming

televisione

televisione

Stasera televisione o streaming?

Lo streaming ha rivoluzionato, tra le tante cose, perfino il modo in cui si guarda la televisione e, soprattutto, offre un’ ‘innumerevole scelta di film e programmi. Dalle ultime pellicole appena uscite al cinema alla diretta dei principali campionati mondiali di calcio, guardare il tutto su internet è abitudine giornaliera per milioni di persone in tutto il pianeta.

Certamente, i vantaggi che lo streaming offre allo spettatore sono superiori anni luce a un tradizionale tubo catodico, limitato a pochi canali (anche con il digitale terrestre), offrendo contenuti che tolgono il dubbio su cosa scegliere. Si sceglie il film preferito, niente pubblicità a metà film e, nella stragrande maggioranza dei casi, è tutto gratis. Poco importa se ciò arriva fino agli estremi della pirateria, con il loro download: l’importante è godersi la serata senza scervellarsi su che canale girare.

Per questo, tantissime reti tv pubbliche e private si sono già buttate a capofitto in questo mercato: la Rai con Rai.tv, Mediaset con Infinity e Sky con Sky Go. E questi solo in Italia. Cinema e programmi di ogni genere sempre a portata di mano, dovunque, e a costo basso. Ma sfidare l’appeal del web gratuito, alimentato dalla pubblicità, è un’impresa titanica e, infatti, sono i siti di streaming gratuiti a farla da padroni nel campo.

La differenza sostanziale tra le due forme è la rapidità con cui si trova la cosa migliore da vedere, grazie ai server delle reti tv perfettamente in ordine, e la qualità video/audio. Ma non sembra essere sufficiente per molti se si continua a usare la via “alternativa” per guardare l’ultima serie del proprio telefilm preferito o la partita di domenica sera.

C’è chi lo fa per principio, chi perché non vuole pagare, altri perché digitare su Google due parole é molto più veloce. Sicuramente, con le nuove tv collegate direttamente al web, connettersi ai vari iTunes o Google Play sarà molto più facile e sicuro. Sperando che anche la diretta, formata da telegiornali e programmi di comunicazione, rimanga. Perché, alla fine, non si vive di solo cinema.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 39 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.